Fattorie del Trasimeno

’era una volta…
…un lago incantato
che risplendeva di un bellissimo
color rosa all’alba e al tramonto.
Intorno alle sue rive una valle fertile
veniva coltivata con amore dalla gente
che viveva lì.
Queste famiglie lavoravano la terra
con tanta passione e amore,
trasmettendo di padre in figlio il rispetto
per il territorio.
Le fattorie che ancora oggi sono
là continuano a coltivare con la stessa
filosofia adoperandosi
per il benessere dell’ambiente continuando
a credere nell’importanza del
coinvolgimento delle nuove generazioni.

La rete delle Fattorie del Trasimeno

Nasce al fine di svolgere un’attività di utilità sociale a favore del territorio e delle sue genti con l’obiettivo di…
diffondere una cultura di buone pratiche attraverso esperienze dirette a scuola e in altri luoghi privilegiati, in modo da sviluppare modelli di comportamento responsabili e rispettosi anche della natura;
promuovere, attraverso le diverse risorse e specificità, azioni coordinate rivolte alla Collettività sulle tematiche della salute e del benessere legate al tema della consapevolezza alimentare, del sano stile di vita e del turismo creativo rurale;
porre le basi per favorire a livello territoriale la creazione di un sistema educativo che veda la conoscenza del territorio e la collaborazione tra diversi soggetti, pubblici e privati, per aumentare la consapevolezza sul ruolo educativo e sociale dell’agricoltura.

 

PROJECT

Il progetto ha lo scopo di sensibilizzare i ragazzi su temi quali la qualità della vita nel territorio rurale, la pratica di un turismo lento e sostenibile, la conoscenza di angoli suggestivi e nascosti ma depositari di storia e tradizioni locali e a diventare promotori dell’ambiente in cui vivono.
Un ruolo importante è dedicato al cibo, e soprattutto ai sapori e prodotti del territorio, alla cultura della salute e della sana alimentazione.
Il capire l’importanza di alcune produzioni autoctone o anche solamente stagionali, andandone a ripercorrere le radici storico culturali, sarà l’inizio di una fase di riflessione che porterà i bambini a rivalutare il valore del cibo, non solo come elemento per la sopravvivenza, ma anche come legame indissolubile con la crescita di un popolo.
La proposta è quella di costruire percorsi con le classi delle scuole per riscoprire i borghi ed i prodotti del territorio del Trasimeno.
Scambi culturali tra i comuni dell’Umbria verranno messi a sistema poiché il progetto prevede la visita del Borgo e l’introduzione ad alcune curiosità relative allo Stemma del comune.
Queste ed altre tematiche verranno affrontate mettendo a sistema itinerari didattici rivolte alle scuole di infanzia, primarie e secondarie, che si articoleranno sia in incontri in classe con i nostri esperti che in Visite in Fattoria.
Il progetto si pone anche l’obbiettivo di coniugare i temi dell’alimentazione sostenibile, territoriale, a km0 con i moderni metodi comunicativi basati sull’ utilizzo delle tecnologie digitali grazie all’ideazione di un concorso creativo. E’ un modo divertente di fare informazione efficace, alternativo e innovativo che prevede Laboratori in lingua Inglese e ci permette di favorire nei ragazzi un legame affettivo con il territorio e la consapevolezza che il cibo può avvicinare culture ed etnie diverse.